Abu lo sa

~Il mio problema~

di il 25 dic 2011, postato in Vita di Abu

Questo è il mio problema. Ce ne sono tanti come lui, ma questo è il mio.

Il mio problema è il mio migliore nemico. È la mia vita. Devo dominarlo come domino la mia vita.

Il mio problema, senza di me, è inutile. Senza il mio problema, io sono inutile. Devo rompermi bene con il mio problema. Devo rompermi meglio del mio nemico che tenta di aiutarmi. Devo rompermi prima che lui aiuti me. Lo farò…

Il mio problema ed io sappiamo che quel che conta in questa vita non sono le fregnacce che spariamo, né il rumore degli stronzi, e tanto meno il fumo che facciamo. Sappiamo che sono i colpi a segno che contano. Colpiremo…

Il mio problema è umano, come me, poiché è la mia vita. Pertanto, imparerò a conoscerlo come un fratello. Imparerò i suoi punti deboli, i suoi punti di forza, le sue parti, i suoi accessori, le sue mire e la sua motivazione. Lo proteggerò anche dalle intemperie e da ciò che potrebbe danneggiarlo, come farei con le mie gambe, le mie braccia, gli occhi ed il cuore. Terrò il mio problema chiaro ed in ordine. Diverremo una sola cosa. Lo diverremo…

Davanti a Dio, giuro su questo credo. Io ed il mio problema siamo i difensori del mio ideale. Siamo i dominatori del nemico. Siamo i salvatori della mia vita. E così sia, finché la vittoria sia dell’Am…, e non ci siano più nemici, ma pace.

Ho capito delle cose di me. Ho capito che come è deve essere. Fino alla morte.

Buon Natale.

Leave a Comment more...

~Reality~

di il 14 ago 2011, postato in Le idee di Abu

Per quanto tu ti ostini a credere che lo stracchino lo sia, non si comporterà mai come un fluido newtoniano.

E’ questa la realtà. Come una cucchiaiata di maizena, così, a secco.

Leave a Comment more...

~Mix my present~

di il 11 mag 2011, postato in Senza categoria

We are the low art gloominati… No trust, no reasoning, no more to say… forget or forgive?

I’ve done my sentence, but committed no crime! Another one bites the dust… I got a certan little girl she’s on my mind, no doubt about it she looks so fine, she’s the best girl that I ever had, sometimes she’s gonna make me feel so bad. Seize the day or die regretting the time you lost.

Such a lonely day(s) and its mine, the most loneliest day(s) in my life.

I’d spend my days alone
I used to stay at home
Lost in seclusion there
Like I was in a cell
A captured heart as well
Surrounded by despair
Darkness filled my soul
Losing all control

I’m standing, I’m waiting, time has no reverse.

But I will pray for her
I will call her name out loud
I would bleed for her
If only I could see her now

This thing called love, I just can’t handle it

Tell me where we’re going
I’m so afraid ‘cos I don’t know what’s going on with my life

I don’t know what you’ve done to me,
But I know this much is true:

When your will to live is almost gone
And you’re left alone but you need someone
Feed on me

Some would call me mercenary
But I always knew the pain, feed on me!

Leave a Comment more...

~Regal chi va~

di il 30 apr 2011, postato in Demenzialities

Royal wedding: William & Kate.

Suona terribilmente figo e nobile… in inglese. In italiano verrebbe Matrimonio reale: Guglielmo e Katia. Mmh…

Dopo questo sostenuto e pomposo matrimonio inglese, definito “del secolo” (che io non capisco come si possa definire tale visto che siamo appena usciti dalla prima decade del secolo… ah già, nel 2012 finisce il mondo, chiedo scusa), ovunque ti giri senti femmine che ti sparano “Anche io vorrei sposarmi un principe” oppure “Anche io vorrei un matrimonio come quello di William e Kate”.

Ok. Si sentono cose inenarrabili su certe ragazze che sopportano (ma a loro pare star bene così (??)) ingiustamente comportamenti prepotenti e/o violenti da parte dei loro compagni, e poi si viene investiti tutto a un tratto da questi voli onirico-pindarici per sfuggire alla realtà di tutti i giorni.

Ma torniamo un secondo alla realtà, la possibilità per voi di sposare un principe (o una principessa per il corrispettivo maschile – ma i maschi certe pippe mentali è difficile che se le facciano) è decisamente trascurabile.

Le motivazioni principali sono: locazione geografica, scarsità di principi/principesse, e in genere risultate avere la classe di una motozzappa con contadino bifolco dietro alla guida (tipo questa) a confronto di personaggi di retaggio nobiliare dove il bon ton e il galateo vengono insegnati da sempre (a noi invece ci insegnano a tapparsi la bocca quando si sbadiglia o si starnutisce, e spesso non lo facciamo).

Ma chi sono io per negare il sogno di un matrimonio regale? Ebbene potete averlo già! Prendete una bottiglia di Chivas Regal (intorno ai 18 €), ve la scolate e otterrete una botta regale, cercate (sempre che abbiate mantenuto capacità deambulatorie e cognitive) uno con una botta grande quanto la vostra e sposatevi (il prete se non c’è ve lo immaginate, e fate pure finta che lo scantinato sia un’abbazia, in più usando l’immaginazione che vi resta potrete vedere medaglie d’oro al posto delle chiazze di vomito sul vestito di lui).

Piedi per terra dai… oppure potete ridurvi a fare le concubine del sultano del Brunei, vi pagherebbero anche.

Leave a Comment more...

~I believe that real love will come~

di il 29 apr 2011, postato in Le idee di Abu, Le risposte di Abu

Pranzo con amici da Fiorenzo, bar le Antiche Navi a Pisa. Nell’attesa del mio lauto pasto vedo Il Tirreno, lo prendo e lo sfoglio per leggere un paio di notizie. Sfoglia sfoglia l’occhio mi cade sul disegno di un cuore sopra una busta: La posta del cuore. Leggo (“n.d.A.” sta per nota di Abu):

Lui è bello e sposato… e incerto. In fondo, non voglio aprire gli occhi.

Ho 50 anni e credo ancora sogno l’amore vero, sono una romantica anche se la mia migliore amica mi fa ogni volta delle tiritere lunghissime per, dice lei, aprirmi gli occhi. Ma io, anche se le delusioni non sono mancate, continuo a tenerli chiusi e a credere nell’amore [n.d.A. brava, stoica, vai così!...]. Ora per esempio sto aspettando che il mio uomo (non voglio definirlo amante, odio questa parola [n.d.A. ma è quello che è] bello e sposato, 46 anni, con cui sto quasi da un anno, mantenga la promessa e venga via di casa, lasci la moglie e venga via con me [n.d.A. It's wonderful, good luck my baby...]. Aspetto e spero [n.d.A. brava aspetta e spera], ci credo [n.d.A. credici], ma anche a me cominciano a venire dubbi perché questa valigia non è mai pronta e lui continua a dire che devo avere pazienza, che deve trovare il modo di far digerire la cosa alla figlia che ha 16 anni. Però si dice innamoratissimo di me, trascorriamo insieme tanto tempo, soprattutto la sera, ceniamo insieme e a volte dorme persino da me [n.d.A. davvero? non l'avrei mai potuto immaginare], raccontando alla moglie che si ferma da amici. Ma se lui in realtà non avesse intenzione di lasciare quella moglie insignificante per me? Io dimostro almeno 10 anni meno della mia età, insegno [n.d.A. questa qualifica a cosa dovrebbe portarci a riflettere?], sono divorziata (ho lasciato io mio marito per un grande amore poi finito male) [n.d.A. perché credi nell'amore! Yeah!] e ho una figlia adolescente. Ho avuto le mie storie prima e dopo, e le ho sempre vissute pienamente, senza bugie [n.d.A. viva la sincerità, sono rare le persone sincere al giorno d'oggi]. E’ la prima volta che sto con un uomo sposato [n.d.A. ce l'ho, ce l'ho, ce l'ho, uomo sposato? aspetta mi manca] e sto soffrendo molto [n.d.A. piccola cara]. Anche lui dice di soffrire [n.d.A. Ahahahah, deve averla conquistata con la sua simpatia e il suo sarcasmo], come non gli è mai successo prima, con altre “amanti” che ha avuto [n.d.A. anche lui crede nell'amore vero]. Infatti sta preparando la valigia. Ma quanto ci si mette a fare una valigia?” Paola 1960

Sarò breve: CREDICI CARO MIO BEL TEGAME, apri gli occhi e chiudi il culo, che alle brutte bruciano meno.

Foto117Foto118Foto119

Leave a Comment more...

~Altitudine~

di il 20 apr 2011, postato in Le idee di Abu

E a volte ti accorgi che chi ti dice di non cadere più è già caduto più in basso di te ma ancora non se n’è accorto.

E allora chi dovrebbe dire cosa a chi?

Leave a Comment more...

~Somewhere over the rainbow~

di il 15 apr 2011, postato in Le idee di Abu

Una cosa sola che si scinde in infinite varietà di colori, ognuna per ogni frequenza compresa tra 400 e 790 THz. Ma tutti i colori, tutte le tonalità sono frutto di una sola luce, bianca. Potremmo dire che esiste un solo vero colore esattamente come potremmo dire che esiste una sola vera verità, e allo stesso modo dei colori, nascono infinite verità una per ogni frequenza dell’animo umano, che è diversa da persona e persona. La molteplicità in funzione dell’unicità assoluta.

Sta al saggio ritrovare la strada per riportare questa infinita scissione all’unità iniziale della verità. Molti sostano nella loro particolare frequenza senza cercare una verità diversa dalla loro, molti di fatto non sono saggi.

Si possono dare molte letture, a volte basta solo avere un po’ di pazienza in più. O sbaglio?

“And the dream that you dare to, why, oh why can’t I?”

Leave a Comment more...

~Come un castello di carte~

di il 14 apr 2011, postato in Le idee di Abu

Complicato, sorprendente, a volte veramente bello, ma sempre fragile.

Par dunque che per alcuni costruire un maestoso castello di carte a 8 mani, si debba prima farne ognuno uno proprio individualmente e successivamente vadano uniti tutti e quattro in uno solo.

Solo a me par teoria incomprensibile? Non credo.

Non abbiam prefabbricati eppur a nessuno interessa partire dalle fondamenta per creare un qualcosa di stabile. E’ questione di tecnica, e questione di know-how, non è questione di sperimentazione, e nessuno deve creare un prototipo.

Si tratta di costruire insieme qualcosa di grande di cui abbiamo già il progetto della struttura in metallo, dopo di che non è altro che cemento e mattoni, uno dopo l’altro, partendo dal basso.

Cielo no, non insultatemi con simili cose, non mi vendete pan per focacce. A me per vivere basta una casa comoda, non mi serve alcun castello instabile che mi insidi le ossa del cranio.

Per carità, è un punto di vista, ma in questo caso gli do ascolto perché qualcuno che ne sapeva più di me me lo ha insegnato.

Leave a Comment more...

~Ansonica~

di il 14 apr 2011, postato in Buon vivere, Sigaro e pipa

E’ molto che non scrivo qui. Non scrivo dal primo luglio 2010, 9 mesi su per giù, quasi come se avessi avuto un figlio. Più o meno da quando la mia vita ha iniziato ad avere un trend positivo. Ora ritrovo voglia di scrivere dopo qualche settimana che il trend è tornato ad essere negativo, più o meno per gli stessi motivi che lo rendevano tale prima di 9 mesi fa.

Postulante: “Dunque se è per gli stessi motivi e al tempo ti sei risollevato perché non puoi semplicemente risollevarti come hai fatto 9 mesi fa?”

Non posso “semplicemente” risollevarmi perché semplice non è, questione di requisiti, questione di dipendenza e ossessione in qualche modo, in inglese direi semplicemente addiction. Ma non è di questo che voglio parlare, non sono così sciocco da scrivere cose noiose e esasperanti come la mia attuale vita, che nessuno avrebbe voglia di leggere.

Ansonica

Passiamo ad altro. State ancora leggendo? Sì? Bene.

Passiamo al titolo, il titolo ha il suo perché. Ansonica. Non è una donna, ma una dolce qualità d’uva bianca coltivata per lo più in toscana (Isola d’Elba) e Lazio. Più in particolare voglio riferirmi alla Grappa d’Ansonica (prodotta da http://www.agricoopelba.it/) che ho degustato assieme ad un Antico TOSCANO fumato alla maremmana ieri prima di andare tra le braccia di Morfeo.

Che dire, un’ora piacevolissima, un distillato morbido al palato e nobile che ha attenuato il gusto amaro dell’Antico ma al contempo ne ha esaltato il vigore. Fumare alla maremmana poi è sempre un piacere. L’una nota negativa è stato farlo in solitudine, in casa alla luce di una lampadina e non sul terrazzo alla luce delle stelle, il tempo non l’ha permesso.

E son tornate le memorie di tempi piacevoli trascorsi similmente anni fa, e mai più tornati… alcuni lo chiamano retrogusto amaro.

E’ il gusto della vita.

P.s. Se qualcuno se lo sta chiedendo, sì, la grappa è finita.

Leave a Comment more...

Stai cercando qualcosa?

Usa lo spazio qui sotto per fare una ricerca nel blog:

Ancora non trovi quello che stai cercando? Scrivi un commento in un qualsiasi post oppure contattami.

Blog Soundtrack